Shoah per non dimenticare

Rovigo, Italy 28 May, 2014

 

La scelta di realizzare il videogioco sulla Shoa si può ascrivere al più generale metodo didattico denominato: Project Based Learning cioè un metodo didattico per progetti  o problemi. In base a tale approccio i bambini vengono messi di fronte problemi complessi rispetto ai quali devono attivare numerosi processi cognitivi per trovare le soluzioni possibili e portare a termine il compito.

Le sue tappe fondamentali sono quattro:

  • Creare squadre composte da tre o più studenti che lavorino ad un progetto di ricerca per un periodo  abbastanza lungo ma ben definito.
  • Porre inizialmente una serie di domande che stabiliscano ciò che lo studente ha bisogno di apprendere, e stabilire la struttura del progetto inserendo attività e nuove informazioni che potranno essere apprese durante il lavoro.
  • Fissare le tappe del progetto, che comprendano, la creazione di un piano, di progetti, ed una presentazione finale, da fare di fronte ad un pubblico.
  • Dare valutazioni puntuali e / o feedback ai singoli progetti, alle capacità di comunicazione scritta e orale, al lavoro di squadra, pensiero critico, e ad altre importanti competenze che emergono durante tutto questo processo formativo.

Un luogo dove questa nuova forma di insegnamento è attiva è la New Technology High School, di Napa, in California, che ha adottato il PBL sin dall'inizio della sua attività, nel 1996.

News Letter

Facebook

Counter

Today 12 Yesterday 82 Week 631 All 164867

Currently are 38 guests and no members online